AAVV

2013-10-18

[…] stato di fuga mentale che l’esaurimento da ripetizione porta con sé […]

,

2013-10-04

Gli scienziati definiscono complesso un sistema il cui comportamento globale non si può dedurre in modo diretto dalle leggi che governano le singole parti che lo compongono.

,

2013-10-04

[…] Non ci sarà sortita. Tu sei dentro / e la fortezza è pari all’universo / dove non è diritto o rovescio / né muro esterno né segreto centro» (Elogio dell’ombra, J. L. Borges)

,

2013-10-18

Egli è uno specialista, perché nessun genio è più in grado di dominare l’insieme. Ed è convinto che il suo lavoro frutterà, presto o tardi, un vantaggio traducibile in termini pratici. Ma non è questo a spronarlo: egli serve la verità, vale a dire il proprio destino, non lo scopo di esso.

,

2013-09-29

«C’è un concetto che corrompe e confonde tutti gli altri. Non parlo del Male il cui limitato impero è l’etica; parlo dell’Infinito»

,

2013-09-29

La faglia lungo la quale collidono matematica e letteratura si può identificare con l’attività finzionale del nostro cervello.

,

2013-10-19

Ma non è possibile portare in giro pizze per tutta la vita, solo un grande poeta potrebbe farlo, uno di quelli per cui tutto il resto ha la medesima importanza, magari grande, ma diversa dalla poesia.

,

2013-10-10

Lo fabbricava con le parole, codesto Eden di cristallo dove nessun rettile strisciante sulla propria pancia, divoratore di sporcizia quotidiana, sarebbe potuto entrare a disturbar l’armonia. (Eupompo diede lustro all’Arte mediante i numeri, A. Huxley)

,